Proposta didattica per l’a.a. 2019-2020 per scuola d’infanzia e primaria

Fin dalle prime forme di rappresentazione e attraverso le varie epoche il corpo umano è il soggetto di diverse pratiche artistiche. Senza il corpo non ci sarebbe l’arte stessa, così come tutto ciò che è prodotto umano. Ogni opera che rappresenti e parli attraverso il corpo si pone in diretto riferimento con ogni individuo, a comprensione non è mediata e l’empatia agevolata. L’uso del corpo come soggetto/oggetto assume oggi di volta in volta intenti e significati nuovi, disparati e talvolta opposti. Dalla continua indagine sulla forma fino alla sua trasfigurazione, agli innumerevoli temi a cui il corpo è chiamato continuamente a esser simbolo. Il corpo esattamente come l’arte è lo spazio e la sorgente della comunicazione. Atlante Servizi Culturali propone per l’anno scolastico 2019/2020, cinque moduli per indagare le forme artistiche e le pratiche espressive del contemporaneo attraverso gli strumenti dei sensi e della corporeità.

I singoli appuntamenti sono pensati per un massimo di 25 alunni e una durata di due ore, possono essere svolti a scuola, prevedendo in alcuni casi spazi più ampi. Tutti i materiali saranno forniti dagli operatori. Le tempistiche e gli orari sono da definirsi con gli insegnanti.


Per saperne di più, per aderire al progetto con la propria scuola o per concordare una proposta con i nostri operatori: atlanteserviziculturali@gmail.com

Centenario BAUHAUS e proposta didattica 2019

Nel 2019 si festeggiano i cento anni dalla nascita della scuola della Bauhaus (Weimar 1919). I suoi insegnanti furono figure di primo piano della cultura europea e l’esperienza didattica della scuola influenzò profondamente l’educazione artistica e tecnica che si fondava sulla possibilità di stimolare la creatività dell’individuo. Atlante Servizi Culturali propone per l’anno scolastico 2018- 2019 un progetto didattico differenziato per ordine e grado, emblema dell’unione profonda di tutte le discipline in una nuova arte del costruire, dove per costruire s’intende il conoscere le proprie potenzialità, immaginarne le estensioni e provare a metterle in pratica, sia da singoli che
nella collettività della classe. Imparare, pensare, fare è un progetto di più incontri, liberamente ispirati al programma didattico della scuola di Gropius, che prevedeva un corso base sulla forma e il colore e successivamente dei laboratori tematici. In virtù dell’esperienza con il programma Europa Creativa dell’Unione Europea, che ha selezionato fra oltre 500 proposte e cofinanziato il progetto Voyage Inside a Blind Experience tutt’ora in corso di svolgimento nei paesi della Comunità Europea, Atlante propone di inserire un incontro di completamento dedicato alla disabilità visiva, per imparare a sviluppare la creatività accedendovi anche dagli altri sensi. Il progetto termina con La festa del Teatro Astratto, occasione per tutto l’istituto per concludere l’anno scolastico.

Il progetto è attualmente in corso presso la scuola primaria di Ponte Felcino.

Per saperne di più, per aderire al progetto con la propria scuola o per concordare una proposta con i nostri operatori: atlanteserviziculturali@gmail.com