Proposta didattica per l’a.a. 2019-2020 per scuola d’infanzia e primaria

Fin dalle prime forme di rappresentazione e attraverso le varie epoche il corpo umano è il soggetto di diverse pratiche artistiche. Senza il corpo non ci sarebbe l’arte stessa, così come tutto ciò che è prodotto umano. Ogni opera che rappresenti e parli attraverso il corpo si pone in diretto riferimento con ogni individuo, a comprensione non è mediata e l’empatia agevolata. L’uso del corpo come soggetto/oggetto assume oggi di volta in volta intenti e significati nuovi, disparati e talvolta opposti. Dalla continua indagine sulla forma fino alla sua trasfigurazione, agli innumerevoli temi a cui il corpo è chiamato continuamente a esser simbolo. Il corpo esattamente come l’arte è lo spazio e la sorgente della comunicazione. Atlante Servizi Culturali propone per l’anno scolastico 2019/2020, cinque moduli per indagare le forme artistiche e le pratiche espressive del contemporaneo attraverso gli strumenti dei sensi e della corporeità.

I singoli appuntamenti sono pensati per un massimo di 25 alunni e una durata di due ore, possono essere svolti a scuola, prevedendo in alcuni casi spazi più ampi. Tutti i materiali saranno forniti dagli operatori. Le tempistiche e gli orari sono da definirsi con gli insegnanti.


Per saperne di più, per aderire al progetto con la propria scuola o per concordare una proposta con i nostri operatori: atlanteserviziculturali@gmail.com

Progetto regionale “Edu Sostenibile – la comunità nella sostenibilità educativa per l’infanzia”

Atlante partecipa a “Edu Sostenibile”, progetto che contribuisce alla rimozione degli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Si rivolge a oltre 10.000 bambini tra gli zero e i sei anni, specialmente ai loro genitori e familiari, ma anche a 2.000 studenti universitari e ai professionisti che operano nel campo dell’infanzia. Attraverso otto Centri Educativi Territoriali, auspica di produrre un cambiamento culturale sensibilizzando, sull’importanza di un ambiente educativo stimolante, non solo le famiglie, ma anche i fornitori di servizi.

In particolare sabato 4 maggio è stato inaugurato, presso il nido d’infanzia “Gattonando” di Pistrino, il Centro Educativo Territoriale della Valtiberina, una delle azioni previste all’interno del progetto regionale “Edu Sostenibile – la comunità nella sostenibilità educativa per l’infanzia”, cofinanziato con il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e che si rivolge a genitori e bambini con età 0-6 anni.

E’ possibile contattare il Centro Educativo Territoriale della Valtiberina recandosi personalmente presso la sede, che il Nido “Gattonando di Pistrino, il mercoledì con orario 10-12; inviando una mail a cet.valtiberina@edusostenibile.it o telefonando ai numeri 345/6136304 – 329/6558502.